lunedì 13 novembre 2017

Monte Altissimo (dal colle della Tecchia) EE / EEA


Itinerario nelle Alpi Apuane (Toscana) che ci porta a salire sul monte Altissimo, partiamo dal colle della Tecchia  (in prossimità del Pian della Fioba) e attraverso il passo della Greppia e della Foce dell'Onda arriviamo sulla vetta (alcuni facili tratti attrezzati da superare), poi scendiamo al passo degli Uncini e ritorno per la Foce del Frate.

DATA: 14 maggio 2017

PARTENZA: Con l’autostrada A12 usciamo al casello di Massa (Toscana) e teniamo le indicazioni per il centro, attraversiamo la città finché notiamo i cartelli per Antona che ci portano a percorrere la SP.4 che sale al passo del Vestito. Oltrepassiamo i paesi di Pariana, Altagnana, Antona, fino arrivare in località Pian della Fioba (4 km dal paese di Antona) dove notiamo a sinistra le indicazioni per il rifugio Città di Massa e a destra il giardino orto botanico Pietro Pellegrini, proseguiamo attraversando la galleria di Tecchia usciti dalla quale, alla nostra destra, inizia il CAI 188/ CAI 41 presso la minuscola cappella dedicata ai caduti della linea gotica (circa 23 km dal casello autostradale).






Stralcio della mappa interattiva webmapp tratta dal sito http://www.webmapp.it/

ITINERARIO: Colle della Tecchia q.879 (Di fianco la minuscola cappella dedicata ai caduti della linea gotica inizia la carrareccia CAI 188, ignoriamo dopo pochi metri il sentierino CAI 41 che risale dei gradini di sasso alla nostra sinistra e che sarà il nostro ritorno)        Deviazione q.888 (Arriviamo a un rudere, quindi lasciamo la carrareccia che continua in piano verso Campiglia, il CAI 188 risale a sinistra su esile sentierino nel bosco)        Passo della Greppia q.1200 (Forcella e innesto sul CAI 33, cartelli. Alla nostra destra c’è un enorme sperone roccioso e un tavolo con panca, il sentiero conduce al passo della Focoraccia, noi lo teniamo a sinistra in salita, indicazioni per il passo degli Uncini)        Forcella q.1218 (Dal passo della Greppia risaliamo poche decine di metri e lasciamo il CAI 33 che continua la sua ripida ascesa nel verde canalone verso il passo degli Uncini, alla nostra destra raggiungiamo la vicina forcella che dà inizio al “Sentiero della Libertà”, cartelli assenti. Da questa forcella iniziamo a scendere dalla parte opposta il ripido e verde canalone su traccia a zig-zag evidenziata da paletti di legno, direzione sud/est)       Deviazione q.1115 (Dopo essere scesi di circa cento metri, il Sentiero della Libertà lascia il canalino e risale a sinistra aiutati da una catena, poi continua a mezzacosta con direzione est)        Bivio q.1080 (Cartelli assenti e innesto sul CAI 32: a destra si scende nella vallata con direzione sud verso il canale delle Greppie, noi andiamo verso sinistra aiutati da una catena che ci fa risalire)      Marmifera q.1110 (Innesto su una piccola marmifera in stato di abbandono, andiamo a sinistra che subito compie una curva a U a destra, indicazioni per il passo degli Uncini)    –    Deviazione q.1170 (Lasciamo la piccola marmifera, il CAI 32 risale a sinistra nel rado bosco aiutati da qualche cavo d’acciaio)   –    Bivio q.1200 (Cartelli assenti: a sinistra il sentierino segnato con bolli rossi risale fino al passo degli Uncini, noi andiamo a destra sul CAI 32 che in breve ci conduce ad alcune staffe di metallo, superate le quali si continua su cengia attrezzata con cavo d’acciaio, direzione sud/est)       Rudere q.1202 (La cengia attrezzata termina presso degli sfasciumi di marmo, li attraversiamo mantenendo quota e direzione arrivando in breve a un rudere di sasso di cui rimangono pochi muri, ora il CAI 32 gli risale ripidamente dietro dove ci sono anche dei grandi muretti di contenimento)       Bivio q.1227 (Una scritta sulla roccia ci indica che a destra c’è la cava abbandonata dei Colonnoni, il nostro CAI 32 continua in ripida salita nel rado bosco, poi sui 1300 metri incontreremo un vistoso tubo d’acqua che ci “accompagnerà” fino al termine della salita)       Crinale q.1460 (Località Foce dell’Onda, generalmente non indicato sulla mappa, innesto sul CAI 143 e in loco piccole trincee della seconda guerra mondiale: a destra il sentiero conduce al passo del Vaso Tondo, noi andiamo a sinistra in vista della cima del monte Altissimo sormontata dalla croce)       Monte Altissimo q.1589 (Croce di vetta e libro delle firme, scendiamo per crinale sempre sul CAI 143, direzione nord/est)      Deviazione q.1545 (Attenzione, il CAI 143 lascia il crinale e scende ripidamente a destra inoltrandosi nel bosco per poi proseguire poco sotto lo stesso)     –    Passo degli Uncini q.1362 (Cartelli assenti: a sinistra c’è la traccia poco evidente con bolli rossi che si raccorda al CAI 32, a destra scende il CAI 33 per Le Gobbie, dritto il CAI 33 conduce al passo della Greppia, noi andiamo dritto a destra in falsopiano nel bosco tenendo il CAI 143 per la foce del Frate)       Foce del Frate q.1305 (Alcune mappe la quotano a 1327 m, il GPS a 1305 come la mappa IGM. Incrocio, cartelli e innesto sul CAI 41: a destra conduce a Le Gobbie, dritto una traccia non segnata segue l’aperto crinale per il monte Pelato, noi teniamo il CAI 41 che scende a sinistra, direzione sud/ovest e indicazioni per il Colle della Tecchia)   –    Grotta q.1262 (Situata alla destra del sentiero, utile come riparo)        Colle della Tecchia q.879.

DISLIVELLO TOTALE: 930 m
QUOTA MASSIMA: Monte Altissimo q.1589
LUNGHEZZA: 7,2 km
DIFFICOLTA: EE/EEA


NOTE:

Sentieri


- Facili tratti attrezzati sul CAI 32 dove il cavo d’acciaio è utile come corrimano.

Fonti
- Fontana alla partenza poco sotto la piccola cappella dedicata ai caduti della linea gotica.
 

TEMPI RILEVATI:
Tempo
      Totale
      (ore)
Colle della Tecchia
0,00
Deviazione q.888
0,03
Passo della Greppia
0,52
Forcella q.1218
0,54
Deviazione q.1115
1,10
Bivio q.1080
/
Marmifera q.1110
1,20
Deviazione q.1170
1,31
Bivio q.1200
1,35
Rudere q.1202
1,50
Bivio q.1227
1,54
Crinale q.1460
2,25
Monte Altissimo
2,45
Deviazione q.1545
2,55
Passo degli Uncini
3,25
Foce del Frate
3,47
Grotta q.1262
3,51
Colle della Tecchia
4,35



Colle della Tecchia q.879 (Di fianco la minuscola cappella dedicata ai caduti della linea gotica inizia la carrareccia CAI 188)
Cippo di marmo al Colle della Tecchia
Colle della Tecchia q.879 (Targa sulla minuscola cappella dedicata ai caduti della linea gotica)
Il Colle della Tecchia dietro di noi    
Deviazione q.888 (Arriviamo a un rudere, quindi lasciamo la carrareccia che continua in piano verso Campiglia, il CAI 188 risale a sinistra su esile sentierino nel bosco)
Deviazione q.888 (Arriviamo a un rudere, quindi lasciamo la carrareccia che continua in piano verso Campiglia, il CAI 188 risale a sinistra su esile sentierino nel bosco)

Il CAI 188 che dal Colle della Tecchia conduce al passo della Greppia
Il CAI 188 che dal Colle della Tecchia conduce al passo della Greppia
Il CAI 188 che dal Colle della Tecchia conduce al passo della Greppia
Il CAI 188 che dal Colle della Tecchia conduce al passo della Greppia
Passo della Greppia q.1200 (Forcella e innesto sul CAI 33, cartelli. Alla nostra destra c’è un enorme sperone roccioso e un tavolo con panca)
Forcella q.1218 (Dal passo della Greppia risaliamo poche decine di metri e lasciamo il CAI 33 che continua la sua ripida ascesa nel verde canalone verso il passo degli Uncini, alla nostra destra raggiungiamo la vicina forcella che dà inizio al “Sentiero della Libertà”, cartelli assenti. Da questa forcella iniziamo a scendere dalla parte opposta il ripido e verde canalone su traccia a zig-zag evidenziata da paletti di legno, direzione sud/est)

Dalla Forcella q.1218 iniziamo a scendere dalla parte opposta il ripido e verde canalone su traccia a zig-zag evidenziata da paletti di legno, direzione sud/est
“Aghi di roccia”
Deviazione q.1115 (Dopo essere scesi di circa cento metri, il Sentiero della Libertà lascia il canalino e risale a sinistra aiutati da una catena, poi continua a mezzacosta con direzione est)
Deviazione q.1115 (Dopo essere scesi di circa cento metri, il Sentiero della Libertà lascia il canalino e risale a sinistra aiutati da una catena, poi continua a mezzacosta con direzione est)
Deviazione q.1115 (Dopo essere scesi di circa cento metri, il Sentiero della Libertà lascia il canalino e risale a sinistra aiutati da una catena, poi continua a mezzacosta con direzione est)
Il Sentiero della Libertà continua a mezzacosta con direzione est

Panorama verso la cava delle Cervaiole
Sul CAI 32
Sul CAI 32
Il CAI 32 percorre una marmifera in stato di abbandono
Il CAI 32 percorre una marmifera in stato di abbandono

Deviazione q.1170 (Lasciamo la piccola marmifera, il CAI 32 risale a sinistra nel rado bosco aiutati da qualche cavo d’acciaio)
Dal Bivio q.1200 noi andiamo a destra sul CAI 32 che in breve ci conduce ad alcune staffe di metallo
Superate le staffe di metallo il CAI 32 continua su cengia attrezzata con cavo d’acciaio, direzione sud/est
Superate le staffe di metallo il CAI 32 continua su cengia attrezzata con cavo d’acciaio, direzione sud/est
Superate le staffe di metallo il CAI 32 continua su cengia attrezzata con cavo d’acciaio, direzione sud/est
Superate le staffe di metallo il CAI 32 continua su cengia attrezzata con cavo d’acciaio, direzione sud/est

Superate le staffe di metallo il CAI 32 continua su cengia attrezzata con cavo d’acciaio, direzione sud/est
Rudere q.1202 (La cengia attrezzata termina presso degli sfasciumi di marmo, li attraversiamo mantenendo quota e direzione arrivando in breve a un rudere di sasso di cui rimangono pochi muri)
Sui 1300 metri incontreremo un vistoso tubo d’acqua che ci “accompagnerà” fino al termine della salita
Crinale q.1460 (Località Foce dell’Onda, noi andiamo a sinistra in vista della cima del monte Altissimo sormontata dalla croce)

Sul CAI 143 che da foce dell’Onda conduce al monte Altissimo
Sul CAI 143 che da foce dell’Onda conduce al monte Altissimo
Sul CAI 143 che da foce dell’Onda conduce al monte Altissimo
Arrivo alla vetta
Monte Altissimo q.1589

Dal monte Altissimo q.1589 scendiamo per crinale sempre sul CAI 143, direzione nord/est
Dal monte Altissimo q.1589 scendiamo per crinale sempre sul CAI 143, direzione nord/est
Dal monte Altissimo q.1589 scendiamo per crinale sempre sul CAI 143, direzione nord/est

Dal monte Altissimo q.1589 scendiamo per crinale sempre sul CAI 143, direzione nord/est
Panorama sul monte Sagro
Monte Cavallo a sinistra e a destra la Tambura

Monte Fiocca sinistra e il monte Sumbra a destra
Partendo da destra: monte Cavallo, monte Contrario e La Forbice
Sul CAI 143 che dal monte Altissimo scende al passo degli Uncini
Sul CAI 143 che dal monte Altissimo scende al passo degli Uncini

Sul CAI 143 che dal monte Altissimo scende al passo degli Uncini
Monte Altissimo visto dal CAI 143 che dal passo degli Uncini conduce alla foce del Frate

Il CAI 143 che dal passo degli Uncini conduce alla foce del Frate
Il CAI 143 che dal passo degli Uncini conduce alla foce del Frate
Foce del Frate q.1305 (Il “Fratino”, monolite roccioso la cui sagoma ricorda quella di un frate e che dà il nome alla località)
Cartelli alla foce del Frate

Foce del Frate q.1305
Grotta q.1262 (Situata alla destra del sentiero, utile come riparo)













Nessun commento:

Posta un commento